Arriva TIPS, il sistema europeo per i pagamenti istantanei sviluppato in Italia

Lo scorso 30 novembre il governatore Visco ha presentato a Roma la piattaforma per il regolamento dei pagamenti istantanei TIPS, sviluppata dalla Banca d’Italia nell’ambito della consolidata collaborazione con Deutsche Bundesbank, Banque de France e Banco de España.

Nel mese di settembre la Banca Centrale Europea aveva costituito il TIPS Contact Group, a cui partecipano rappresentanti delle banche centrali e commerciali, delle Automated Clearing House (ACH) e di altre istituzioni finanziarie che hanno manifestato interesse per il progetto, oltre a rappresentanti della Banca Centrale Europea e della Banca d’Italia, quest’ultima in qualità di service provider.

Banca d’Italia è dunque in prima linea nella realizzazione di TIPS svolgendo il ruolo di service provider unico per lo sviluppo e l’offerta del servizio e di service operator per la gestione della piattaforma. 

TIPS, per esteso Target Instant Payment Settlement, sarà una vera rivoluzione: una piattaforma in grado di regolare gli instant payment, cioè i pagamenti elettronici al dettaglio con accredito dei fondi sul conto del beneficiario in pochi secondi anziché in uno o più giorni lavorativi come avviene oggi anche con sistemi di pagamento online o elettronici.

TIPS utilizzerà per la prima volta moneta di banca centrale e rispetta lo schema di messaggistica previsto dallo European Payments Council (EPC), definito nel SEPA Instant Credit Transfer (SCT Inst) Rulebook, e offre un servizio la cui adesione per le banche partecipanti è su base volontaria, seguendo gli stessi criteri stabiliti in TARGET2, in particolare per quanto riguarda il tema dei costi.

Tutti gli istituti potranno scegliere di offrire TIPS alla loro clientela, non appena lo riterranno opportuno: i costi sono stabiliti dalla Banca d’Italia e definiti in modo da mantenere contenute sia le spese di sviluppo sia quelle operative, come previsto e richiesto dall’Eurosistema. La commissione interbancaria per ogni transazione eseguita è pari a soli 2 centesimi, a testimonianza della volontà di offrire l’istantaneità dell’operazione (servono circa 10 secondi) senza rinunciare alla convenienza. I costi addebitati ai clienti finali, famiglie o business, saranno però decisi dalle singole banche.